Tecnologia

Cosa sono i BitCoin

Nel 2008 sul web Satoshi Nakamoto ha lanciato i BitCoin. Non pensiate subito che si tratti di un informatico nipponico. Questi è in realtà uno pseudonimo e di lui si sa davvero poco.

Cosa sono i Bitcoin?

Per BitCoin s’intende una criptovaluta divenuta molto famosa in questi ultimi 10 anni. Una criptovaluta detta anche criptomoneta altro non è che una valuta interamente elettronica. Nata sul web e destinata a restare nel mondo virtuale, avendo però lo stesso valore di una banconota o di una moneta.

Un po’ come aveva annunciato lo stesso autore, quest’idea ha avuto un successo davvero straordinario. Si tratta di un’innovazione così importante perché ha aperto scenari finora inediti. Non è un caso che dopo qualche anno sono nate molte altre criptovalute. Tra queste ricordiamo Ethereum, Ripple, LiteCoin e tante altre.

Come funzionano i BitCoin?

I BitCoin sono legati ad un gran database diffuso su tutto il web. Ciò non deve far credere che esista un nucleo principale virtuale da cui sono prodotti. Non c’è una banca centrale presente su internet da cui sono generati e per tale motivo non c’è alcun sistema che ne definisca il valore nominale. Inoltre per quel che abbiamo detto finora è facile intuire che non sono posti, per il momento, sotto il controllo finanziario.

La particolarità che ne ha determinato il successo sta nel fatto che nonostante tutto ciò il sistema ideato può generare questa moneta, può tracciarne ogni transizione e può assegnare ai legittimi proprietari le varie quantità di criptovalute.

Inoltre, nonostante sia un prodotto del web destinato a circolare solo nella dimensione virtuale, garantisce una perfetta crittografa. Ciò significa che i dati restano segreti e che queste monete virtuali non possono essere rubate o tracciate da terzi.

Ogni computer potenzialmente può rappresentare una banca virtuale, identica agli istituti presenti nelle nostre città. I BitCoin non possono ne essere bloccati ne svalutati da autorità e governi perché basati su un sistema P2P. In pratica il metodo lo scambio, ma ancor prima la produzione di queste criptovalute, può essere paragonato a quei programmi più o meno leciti che adoperiamo per scaricare video e musica, tipo il vecchio Emule.

Chi è Satoshi Nakamoto?

Chi è Satoshi Nakamoto, ideatore dei BitCoin? Sono state avanzate numerose ipotesi col tempo, tutte però prontamente scartate. In primis ancora non è chiaro se si tratti di un uomo o di una donna. In molti si sono accorti che il nome scelto non è casuale.

Satoshi in lingua giapponese sta per un pensiero rapido, lucido e dunque saggio. Naka può significare sia relazione, sia medium che dentro mentre Moto indica un’origine o un fondamento. Col tempo ci sono persone che hanno pensato che quel nickname non nascondesse una persona ma un gruppo di individui, un insieme di esperti informatici che hanno progettato i BitCoin e li hanno diffusi.

Il primo ad essere indicato come responsabile dei BitCoin fu Michael Clear. Quindi fu fatto il nome di Vili Lehdonvirta. Un docente americano sostiene che dietro al progetto ci siano Robertz Pulitano, Neal King, Charles Bry e Vladimir Oksman.